Arresto Pentangelo Forza Italia Corruzione Camorra napoli notizia oggi

Camorra in Commissione Antimafia? Forse. Morra: se ci sei batti un colpo (o leggi le mail).


Questo articolo è scritto dall’Associazione Ok Parliamone in collaborazione con Luigi Leonardi.


Arresti domiciliari per Camorra: destinatario un componente della Commissione Parlamentare Antimafia e noi lo abbiamo segnalato 2 giorni fa.

Ordinanza cautelare disposta dal G.I.P. (Giudice per le indagini preliminari) di Torre Annunziata che coinvolge 9 persone due delle quali sono parlamentari.

Antonio Pentangelo: eletto tra le file di Forza Italia che dal basso del suo 5% continua a regalare emozioni.

Incredibile. Lo avevamo detto e, manco a farlo apposta, due giorni dopo è successo. In un articolo scritto in collaborazione con Luigi Leonardi appena due giorni fa (potete leggerlo qui) abbiamo segnalato di alcune situazioni d’ombra all’interno della Commissione Parlamentare Antimafia e della Commissione Anticamorra della Regione Campania.
Ci chiedevamo due giorni fa, e ci chiediamo ancora più dubbiosi oggi, come sia possibile che ci siamo arrivati noi a segnalare queste situazioni dubbie e non i componenti della Commissione Parlamentare Antimafia.

Stiamo ancora aspettando una risposta da Nicola Morra, se c’è batta un colpo.

Dopo la pubblicazione dell’articolo in cui si segnalavano queste situazioni dubbie, lo abbiamo segnalato a Nicola Morra (presidente della Commissione Parlamentare Antimafia) a cui abbiamo chiesto di esprimersi. Abbiamo addirittura azzardato ad invitarlo a rispondere pubblicamente in un’intervista, ma non abbiamo ricevuto risposta.

Abbiamo però notato che sul blog del Movimento 5 Stelle chiedono le dimissioni di Pentangelo, ma dov’erano fino a ieri? Sicuramente non a leggere la nostra segnalazione. Vicino ad “onestà” ci starebbe bene anche “tempismo”.

Dobbiamo arrivare noi a segnalare queste situazioni? Che ci sta a fare la Commissione Antimafia allora?

Nicola Morra antimafia
Nicola Morra, Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia

Tra gli altri destinatari delle Misure Cautelari risultano: Luigi Cesaro (Deputato di Forza Italia), Adolfo Greco, Antonio Elefante, Maurizio Biondi, Marcelo Ciofalo, Vincenzo Colavecchia e Annita Rega.

Le belle notizie non sono finite.

Risulta indagato anche Mario Casillo: nientedimeno che componente della Commissiona Anticamorra della Regione Campania: POESIA.

Le indagini che sono state svolte fino ad ora hanno “consentito di accertare un ramificato sistema di corruzione di esponenti politici, regionali e nazionali, e di pubblici ufficiali posta in essere da Adolfo Greco (ndr già noto alla cronaca anticamorra e alle autorità giudiziarie)” così come recita il comunicato stampa della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torre Annunziata.

Dunque, sono “rappresentate” le due Camere del Parlamento, che dovranno pronunciarci in merito all’autorizzazione a procedere per i due (poco) onorevoli e sono rappresentate le due ali della politica italiana, da Forza Italia al Partito Democratico. Su una cosa non ci sono dubbi: democrazia è fatta, manca solo la giustizia.

Però, che dire, più di chi ha (forse) rapporti con le mafie chi le può conoscere meglio? Potrebbe essere quasi una fortuna che ci siano personaggi così nelle Commissioni Antimafia.

Non ci rimane che ironizzare…

Non ci rimane che questo. Anche se profondamente amareggiati dai comportamenti delle Istituzioni continuiamo a credere nella giustizia e nella speranza di ripulire questo Paese che non merita di essere trattato così.

Questa terra è nostra e ce la riprenderemo, state certi. Del resto non lo sappiamo, ma su questo non c’è dubbio.

Indietro

Lascia un commento