Scuole elementari – Progetti Antimafia


Troppo presto?
E bisogna sempre aspettare che sia troppo tardi?

Se siamo tutti d’accordo che la mafia è una mentalità, prima di essere un’organizzazione o una serie di attività criminale, allora perché non iniziare fin da subito a parlare di questi argomenti?

Anche i bambini delle elementari pensano. Anche loro si rapportano tra di loro e con delle “autorità”. Comprendere quali siano i limiti e le modalità per rapportarsi, opponendosi a quegli atteggiamenti che anche in un’età così tenera possono svilupparsi, crediamo sia doveroso.

Non necessariamente un atteggiamento mafioso richiede la commissione di un reato, è sufficiente la prepotenza di voler sopraffare gli altri, la necessità di emergere a tutti i costi e di procurarsi dei vantaggi, anche a discapito degli altri. Se avviene in situazioni così lontane dal mondo mafioso così come conosciuto, è inevitabile che questa mentalità si sviluppi e si rafforzi con il tempo.

Naturalmente, non diciamo che i bambini delle elementari abbiano una mentalità mafiosa!

Crediamo, però, che sia utile iniziare già in tenera età a comprendere quali possono essere gli effetti di alcuni comportamenti negativi, ovviamente ridimensionati alla realtà che in una scuole elementare e a quell’età si vive.

Il progetto

Ci siamo fatti aiutare nella preparazione da maestre con una lunga esperienza nelle scuole elementari.

Gli incontri si compongono di molte domande, alle quali seguiranno dei ragionamenti svolti insieme. Per fare ciò, ci si servirà di alcuni esempi di uomini e donne che hanno lottato contro la mafia e di alcuni brevi giochi che coinvolgeranno in prima persona i bambini.


– Vuoi saperne di più?

– Vuoi portarci nella tua scuola?


Indietro