Ultimora: un Virus in Italia da decenni.

Ultimora: un Virus in Italia da decenni: sono circa 60 milioni i contagiati, la maggior parte asintomatici.

Ultimo caso a Nichelino, in provincia di Torino.

Cos’è il Virus?

Da Enciclopedia Treccani:
1. Termine con cui si designa un gruppo di organismi incapaci di un metabolismo autonomo e perciò caratterizzati dalla vita parassitaria obbligata, caratterizzati da un acido (usato a scopo afflittivo-preventivo) e rivestiti da un involucro protettivo (omertà). Quando un virus riesce a penetrare all’interno di una cellula con la quale è venuto in contatto, il suo genoma si integra nel materiale genetico della cellula ospite alterandone così il patrimonio genetico e obbligandola alla replicazione del virus.

Il Mafia-Virus, come si comporta?

Come è facile comprendere dalla definizione del dizionario, è un Virus che non potrebbe esistere senza un ospite. Si attesta la sua presenza in Italia da diversi decenni, con dei picchi piuttosto elevanti in cui si è palesato negli anni ’80 del secolo scorso e nel 1992.

Si stimano circa 60 milioni di vittime, tra contagiati diretti e chi ha subito conseguenze negative dal virus.

Sono dati davvero allarmanti che richiedono misure eccezionali per contrastarlo. Sono stimate circa 60 milioni di vittime, tra chi è morto a causa di questo Virus, chi ha perso il lavoro e per le conseguenze negative sull’economia del Paese.

I giovani di oggi rischiano di non avere un futuro economicamente stabile e si contano danni per numerose generazioni precedenti.

Lo Stato dovrebbe intervenire sopratutto con misure precauzionali e preventive: è impensabile che si possa affidare a chi interviene quando ormai i danni sono compiuti. Non possiamo pensare che soltanto pochi soggetti che dedicano la loro vita e la loro libertà a questa lotta, vivendo quasi sul posto di lavoro, possano risolvere il problema.

Ci vuole l’impegno di tutti: i professionisti da soli non ci riusciranno mai.

C’è chi suggerisce progetti scolastici per comprendere le conseguenze del propagarsi del Virus, in modo che le giovani generazioni siano pronte a debellarlo.

L’importante è che chi è stato danneggiato in modo diretto dal Virus ed è sopravvissuto NON VENGA LASCIATO DA SOLO, ma sia un esempio per le future generazioni. Sono, inoltre, necessarie delle misure che supportino queste persone, anche a livello economico se necessario.

Perché è difficile il contrasto?

Risulta complicato isolare il virus, in quanto la maggior parte delle persone non sa di essere infetto. Vengono chiamati asintomatici e il danno più grave che possono causare è consentire la propagazione incontrollata del Virus.

I sintomi degli asintomatici:

  • Omertà, anche in casi gravi.
  • Tendenza a far prevalere i propri interessi ad ogni costo, con conseguenze negative sugli altri.
  • In relazione al punto precedente, lamentele quando quel punto riguarda un’altra persona.
  • Tendenza a forti lamentele controbilanciate da inerzia generale.
  • Mancanza di interesse nei confronti di quello che li circonda.
  • Mancanza di attenzione.
  • Sensazioni di invincibilità.

Ultimo caso: Nichelino (TO)

Foto tratta da “Il Corriere”

L’ultimo caso in cui il Virus si è palesato è stato a Nichelino in provincia di Torino.

Il Virus ha coinvolto due persone: un dipendente del Comune e una dipendente di un’impresa di pulizie.

Particolare e frequente forma del Virus: Corruzione.

Stando alla fase preliminare in cui siamo per questo caso, potrebbe trattarsi di corruzione. Naturalmente saranno soltanto gli esami definitivi ad accertarlo, ma al momento possiamo dire che sono stati sequestrati circa 8 mila euro quale prezzo di scambio dei favori. I favori dovrebbero consistere nell’affidamento dei lavori per la sanificazione degli immobili del Comune di Nichelino.

L’attenzione rimane alta e restiamo a disposizione per ulteriori bollettini aggiornamenti.

Ultimora: un Virus in Italia da decenni.

Vuoi sapere chi siamo? Clicca qui!

Lascia un commento